11 ottobre 2006

Il vampiro famelico

Buongiorno miei adorati lettori! (sì lo so, sto diventando lecchina calpestando la mia dignità, quindi vedete di commentare!)
Eccovi un altro post della serie degli "Animali & Co.", per far felici i più piccini! (ovvero mia cugina)

Oggi vi parlerò di un vero vampiro famelico, un essere che succhia il sangue più dell'esattoria, che lascia il segno più di un giro sul Blue Tornado di Gardaland, che è più fastidioso del russare di mio padre. No, non è né Berlusconi né Prodi!
Ecco un filmato per farvi capire chi è:




Ebbene sì, la piaga delle caldi notti estive: la zanzara!

Proprio ieri ne ho spiattellata una al volo, con la tecnica "Doppia sventola schiacciante" (un male disumano perché ho esagerato con la forza), ed immagino che anche voi abbiate al vostro attivo decine se non centinaia di cadaveri vampirici.
Quindi tante ne sono morte ma...chi conosce veramente la zanzara? Alla maggior parte delle persone basta sapere che ti succhiano il sangue, ti lasciano il bozzo che pizzica e tali informazioni sono sufficienti per firmare la loro condanna a morte.
Ma il Bestiario non si ferma qui! Lanciamoci quindi nell'intima conoscenza (non fraintendete!) della zanzara, in gran parte consultando la mitica Wikipedia!

Innanzitutto il termine "zanzara" equivale al termine "essere umano": esistono infatti qualcosa come 2700 specie diverse di questi insetti, la cui lunghezza massima non supera comunque i 15 millimetri (non dovremo quindi preoccupare di bestie succhiasangue di un metro e passa). Come in molti sanno, sono le femmine a cavare il sangue di mammiferi, uccelli, rettili e anfibi, e questo perché hanno bisogno di proteine per consentire la crescita delle loro uova. I maschi infatti si accontentano di nutrirsi con squallide fibre vegetali.
Vi tralascio i particolari dell'accoppiamento, della deposizione delle uova e dei 4 stadi di crescita, per svelare uno degli arcani misteri: ma quanto vivono 'ste dannate bestie? Beh, ci rompono le scatole da un minimo di 4 giorni ad un massimo di un mese, ovviamente senza essere spiaccicate contro i muri. Una notizia invece che non vi farà affatto piacere è che le zanzare comuni di solito depongono le uova per 5/6 volte e ne fanno fino a 500 in un colpo solo: questo vuol dire che una sola maledetta disgraziata può riprodursi "procreando" quasi 3000 esseri malvagi durante il suo ciclo vitale.
Ma questi 3000 vampiri come scelgono la loro preda? Semplice, usano naso ed occhi: controllano quanta anidride carbonica emettiamo, quanto acido lattico produciamo, degustano il sudore, analizzano il sebo ed infine ci controllano pure la temperatura. Del tipo: "Ermenegilda, mia cara, cosa hai mangiato stasera?" "Beh, uno splendido sangue frizzantino a 37°C, con aroma di ascella pezzata e pelle grassa". Che esseri schifosi...
Pasteggiano anche in modo molto simpatico: infilano la loro proboscide dentro alla nostra carne, fino ad arrivare ad un capillare. Poi molto nobilmente sputano dentro la loro saliva (che è un anticoagulante e ne siamo pure allergici, per questo ci gonfiamo come zampogne grattando a più non posso) e succhiano allegramente il rosso liquido.

Oltre al grattamento non dovrebbero provocare niente se non che...
...si portano dietro virus, enzimi e filarie (ovvero larve schifose che crescono e vivono sotto la nostra pellaccia).
Ecco quindi che possiamo beccarci la famosissima malaria e la sua degna cugina febbre gialla, la West Nile fever (che negli Stati Uniti ha fatto dal 1999 al 2003 parecchie vittime), la dengue, encefaliti e, ovviamente, la filariosi.

Ma...se le zanzare mangiano noi...chi mangia loro?
Quando sono delle schifose larve o uova in mezzo all'acqua, ci pensano alcuni insetti e pesci.
Quando sono pronte ad azzannare ogni vostro cm di pelle scoperto, la vostra unica salvezza sono gli uccelli insettivori, i pipistrelli, le libellule e gli anfibi (rane, olè!)

Ed infine una bella domanda: ma le zanzare, visto che ci regalano delle bellissime malattie mortali, possono trasmettere anche l'AIDS (HIV)?
A quanto pare non possono. Pare che tale virus non sopravviva all'interno della schifosa saliva del mostro succhiasangue ed è improbabile comunque che una zanzara nel giro di pochissimo tempo punga una persona infetta e successivamente una persona sana. Se ciò non bastasse, il sangue "scambiato" tra le due persone, con tramite il vampiro, non è sufficiente a trasmettere il virus. Non preoccupatevi: non c'è nessun caso di infezione riconducibile ad un loro morso. (e non ditemi finora :P )

Basta! Ho anche parlato fin troppo di questo insetto malvagio.
Ora, se mi volete scusare, vado a cospargermi di Autan. ^^'''


Categorie:

5 commenti :

Free925 ha detto...

che donna....


(tu mica la zanzara :P)

Gg ha detto...

Chi è il tuo pusher?
Occhio che mi sa che l'ultima partita era tagliata male :P

La Compiuta Donzella del 2000 ha detto...

Beh, mi sono limitata a riportare le informazioni ritrovabili in qualsiasi libro scientifico sulle zanzare, usando però un linguaggio nudo e crudo. Infatti "iniettare la saliva come anticoagulante nel capillare" è un modo politicamente corretto per dire che le zanzare ti sputano nel capillare perché vogliono bersi il sangue liquido. Sono cinica e fondamentalmente baka! ^__^ V

Gg ha detto...

E' corretto dire "hontoni baka"?


^__^

La Compiuta Donzella del 2000 ha detto...

Hontou ni baka. Ma farò finta di non averlo letto, altrimenti la mia katana con l'acciaio di Hattori Hanzo si abbatterà di taglio sulle tue falangi. Solo io posso dire che sono baka! :P

Ok, ho poca credibilità come vendicatrice! ^__^ V